Posizionamento motori di ricerca

SEMrush

Il posizionamento sui motori di ricerca è l’obbiettivo al quale tutti i proprietari di siti web ambiscono. In particolare quei siti che hanno un fine commerciale o che comunque hanno una prospettiva di guadagno. Poiché un sito senza traffico non può ovviamente portare delle conversioni ne di conseguenza reddito
Ma come fare per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca?

Esistono due modi per ottenere questo risultato. La pubblicità a pagamento ed un efficace attività di ottimizzazione che prende il nome di SEO. SEO è l’acronimo di search engine optimization. Cioè l’insieme di quelle attività di ottimizzazione volte a far raggiungere al tuo sito il miglior posizionamento sui motori di ricerca.

Posizionamento motori di ricerca e ranking SEO

Posizionamento motori di ricerca e SEO

Hai due strada per fare SEO. La prima affidarti ad un professionista della SEO.
La seconda più economica studiare la SEO ed i suoi fondamenti. Tuttavia questa seconda strada implica un notevole impiego di tempo e di studio.
La SEO non è una materia semplice. Devi essere disposto ad investire del tempo per studiarla ed a fare qualche corso anche online. Ottimi corsi online puoi trovarli sulla piattaforma Udemy.

Innanzitutto non esiste solo la SEO ma anche la SEM. SEM è l’acronimo di search engine marketing. Cioè fare marketing utilizzando i motori di ricerca.
La SEM ingloba sia la SEO che punta al posizionamento organico sui motori di ricerca, sia la pubblicità a pagamento tramite i canali Google Ads, Facebook Ads ecc. Quindi la SEM è l’insieme di posizionamento organico mediante SEO più pubblicità a pagamento sui canali succitati.

Posizionamento motori di ricerca e posizionamento seo
Posizionamento motori di ricerca con la SEO e la SEM

Posizionamento sui motori di ricerca con la pubblicità a pagamento.

Prima di tutto chiariamo il significato di posizionamento organico. Per posizionamento organico si intende l’insieme di quelle attività al fine di scalare posizioni sui motori di ricerca, senza ricorrere alla pubblicità a pagamento.
Mentre per pubblicità a pagamento si intende il pagamento di un servizio pubblicitario che dia un’immediata visibilità sui motori di ricerca.

Il mio consiglio è quello di optare inizialmente per la pubblicità a pagamento.
Poi concentrarsi sul posizionamento organico per ottenere risultati duraturi. La pubblicità a pagamento ha un lasso di tempo limitato, termina all’esaurimento del budget. A meno che tu non sia una grande azienda con a disposizione budget importanti da impiegare.

Adwords di Google

Posizionamento sui motori di ricerca: ottimizzazione

Innanzitutto fare SEO per raggiungere il tanto desiderato posizionamento sui motori di ricerca, significa adeguarsi e seguire gli aggiornamenti del algoritmo di Google. In quanto, motore di ricerca oggi, significa Google. Considerando la posizione predominante che questo motore di ricerca ha ormai raggiunto a livello mondiale.

Cominciamo ad entrare nel vivo della materia SEO. In primo luogo vanno distinte due fasi. La fase di indicizzazione del sito web che consente ai motori di ricerca di catalogare il tuo sito e quella di posizionamento vera e propria. Sono due fasi ben distinte. Entrambe le fasi rientrano nell’attività di ottimizzazione di un sito internet.

Posizionamento motori di ricerca ed ottimizzazione SEO

Indicizzazione di un sito web

La fase di indicizzazione consiste nel far inserire il tuo sito nell’indice del motore di ricerca. In modo da permettergli di scansionarlo.
In altre parole indicizzazione è sinonimo di presenza in un motore di ricerca ma non di posizionamento. Ad esempio Google, per indicizzare un sito ti mette a disposizione lo strumento gratuito Google search console.

Non dovrai far altro che registrarti per ottenere un account gratuito, aggiungere l’url del tuo sito ed inviare la sitemap delle pagine che compongono il tuo sito.
Inoltre dovrai verificare la proprietà del tuo sito ed il gioco è fatto. La fase di indicizzazione è abbastanza semplice, non richiede competenze particolari.

Posizionamento motori di ricerca indicizzare un sito web su Google

Posizionamento motori di ricerca : le parole chiave

Il primo passo che dovrai compiere per ottenere un buon posizionamento organico è quello della pianificazione delle parole chiave.
Infatti prima di creare i contenuti del tuo sito dovrai scegliere con cura le parole chiave con cui intendi posizionarti. Da questa scelta dipende il successo od il fallimento del tuo progetto online.

Google

Ovviamente le parole chiave che sceglierai dovranno essere in linea con l’argomento trattato dal tuo sito o blog. Ottimi suggerimenti a tale scopo li potrai ottenere dallo strumento di pianificazione delle parole chiave Keyword Planner di Google. Ma ci sono diversi strumenti per la pianificazione delle parole chiave anche gratuiti.

Parametri di scelta delle parole chiave

Il primo parametro che deve soddisfare una parola chiave è il volume di ricerca. Per volume di ricerca si intende il numero di volte che gli utenti della rete digitano una chiave di ricerca nell’arco temporale di un mese. Il secondo parametro è il livello di competitività, che non deve essere elevato.
La parola chiave ideale è quella che ha un buon volume di ricerca ed un basso livello di competitività. Inizialmente meglio evitare parole chiave con un alto volume di ricerca.

In quanto hanno spesso un alto livello di competitività. Una parola chiave con un volume di ricerca alto è spesso generica e con un livello di competizione molto alto.
Sarà quindi estremamente difficile ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca con quel tipo di parole chiave. Ti potresti trovare a competere con grossi marchi. Sarebbe un fallimento annunciato.

Posizionamento sui motori di ricerca con le parole chiave

Parole chiave a coda lunga

Sono quelle parole chiave composte da 3 o più parole che forniscono un connotato più specifico a quella chiave di ricerca. In particolare le parole chiave a coda lunga aggiungendo maggiori informazioni alla parola chiave di partenza sono più convertibili, poiché rispondono ad una precisa esigenza di ricerca.

Comincia puntando una serie di parole chiave a coda lunga con un basso volume di ricerca (poiché sempre attinenti all’argomento del tuo sito) che però sommate raggiungono un buon volume.
La scelta delle giuste parole chiave contribuirà in modo esponenziale a farti raggiungere un buon posizionamento sui motori di ricerca.

Posizionamento motori di ricerca con long tail, keyword

Posizionamento motori di ricerca: le due tipologie della SEO

L’ottimizzazione SEO si compone di due tipologie ben distinte. La SEO on page e la SEO off page. Vediamo cosa si intende con questi due termini.
Per SEO on page si intende l’insieme di quegli interventi di ottimizzazione riguardanti le singole pagine che compongono il tuo sito.

Mentre per SEO off page oppure on site si intendono quegli aspetti riguardanti l’intero sito web.
Aspetti che possono essere apparentemente esterni al tuo sito, ma che comunque lo riguardano. Entrambe queste tipologie sono di fondamentale importanza per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Vediamole un po’più nel dettaglio.

Le due tipologie di SEO

I tre aspetti della SEO on page

La SEO on page riguarda essenzialmente tre aspetti. Tutti ugualmente importanti e da non sottovalutare.

  • Esperienza utente o user experience
  • Qualità codice sorgente
  • Qualità dei contenuti

Esperienza utente o user experience

Cioè l’insieme di quegli interventi volti a facilitare al massimo la fruibilità del tuo sito web da parte dell’utente su qualsiasi dispositivo. Una struttura chiara con tutti gli elementi essenziali a portata di clic. Ad esempio un menù facilmente visibile va in questa direzione.

Qualità del codice sorgente

Questo aspetto è importante perché il browser web legge il codice di mark up html restituendoti il sito nella maniera in cui tu la vedi. Di conseguenza è fondamentale che il codice sorgente sia di qualità. Dovrai ottimizzare i meta tag tipo il tag title che deve essere un H1. L’H1 deve essere unico e diverso per ogni pagina.

Contenuti di qualità

Devi creare contenuti di qualità il tempo in cui era sufficiente riempire il testo di parole chiave è finito da un pezzo. Il contenuto dovrà essere ordinato in paragrafi con i relativi sottotitoli. I sottotitoli dovranno essere riconoscibili come H2, H3 ed H4 si può arrivare fino al H6 ma è raro.

Seo ranking

SEO off page detta anche on site

Anche per la SEO off page oppure on site possiamo identificare i tre aspetti più importanti, che al pari della SEO on page andranno ad influenzare il posizionamento sui motori di ricerca. Vediamoli.

  • Link building
  • Anzianità del dominio
  • Velocità hosting web

Link building

Google e gli altri motori di ricerca conferiscono autorevolezza ad un sito web in base al numero ed alla qualità di link esterni che il tuo sito riceve. Se ad esempio siti autorevoli linkano al tuo sito, i motori di ricerca lo percepiranno come apprezzamento riconoscendogli autorevolezza. Conseguentemente il ranking del tuo sito salirà.

Anzianità del dominio

Un dominio con una buona anzianità si posiziona meglio rispetto ai nuovi domini. Quindi ti sconsiglio il cambio di dominio a cuor leggero per un sito già avviato, poiché perdendo di anzianità perderesti posizioni sui motori di ricerca.

Velocità hosting web

Un sito lento a caricarsi farà scappare il tuo utente verso un altro sito. Questo i motori di ricerca e Google in particolare lo percepiranno come un fattore molto negativo.
Per questo non mi stancherò mai di consigliarti l’hosting Siteground che ha nelle velocità di caricamento il suo punto di forza. Se vuoi saperne di più clicca sul link quale hosting scegliere.

Posizionamento motori di ricerca e velocità web hosting

Posizionamento motori di ricerca: strumenti necessari

Se hai deciso di fare SEO autonomamente ci sono dei strumenti ai quali non puoi rinunciare. Ti dico subito che sono dei strumenti a pagamento anche se si tratta di cifre ampiamente alla portata di chiunque.
D’altra parte, se pensi di realizzare un progetto online che ti garantisca entrate ricorrenti anche interessanti senza investire nulla, stai allora perdendo solo tempo. Te lo dico sinceramente. L’importanza nel ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca vale l’investimento.

Posizionamento motori di ricerca con Semrush

I strumenti SEO che ti consiglio e che uso quotidianamente per le mie campagne SEO sono due. SemRush, uno dei migliori tool SEO a livello mondiale indicato sia per il mercato italiano ma particolarmente indicato per il mercato estero.
Una delle suite SEO più premiate a livello internazionale. Per chi ad esempio come me, realizza progetti online in lingua inglese, SemRush è uno strumento perfetto. Per saperne di più su SemRush ed avere diritto ad un prova gratuita clicca sul collegamento SemRush attiva prova gratuita.

SEOZoom la suite SEO italiana

Un’altro strumento SEO che voglio sottoporre alla tua attenzione è SEOZoom. Questa suite per il mercato italiano è il massimo. Funziona bene anche per il mercato estero, ma per il mercato italiano non ha rivali.
SEOZoom ha dei costi più contenuti rispetto a SemRush, che è una suite di respiro più internazionale, ma nei confronti della quale non sfigura affatto. Per conoscere nei dettagli i piani che SEOZoom mette a disposizione clicca sul collegamento SEOZoom la suite SEO tutta italiana.

SEOZoom

Posizionamento motori di ricerca conclusioni

In questo articolo spero esauriente ho sviluppato l’argomento posizionamento sui motori di ricerca. Sempre nell’ambito del focus di questo sito, che è rispondere alla domanda come fare soldi online. Ho dato maggiore risalto al posizionamento organico poiché più duraturo nel tempo rispetto a quello ottenuto con la pubblicità a pagamento.
Ti ho fornito consigli sui strumenti migliori per ottenere la tanto desiderata quanto fondamentale visibilità sui motori di ricerca. Sono convinto che ti saranno utili.
Ti invito a lasciarmi dei commenti sarà per me un vero piacere leggere e rispondere.